PD persa ogni dignità si allea con Alemanno

Il Pd resta disponibile a costituire un’alleanza organica con Stefano Luciano solo a condizione che sia escluso ogni riferimento diretto o indiretto a liste sovraniste

0
547
Brunello Censore PD
Brunello Censore PD

A patto che si nascondano i simboli dei partiti così nessuno può notare le capriole politiche del Pd di Vibo Valentia che, alle prossime Comunali, potrebbe allearsi con i sovranisti di Gianni Alemanno.

La direzione provinciale del partito, infatti, ha deciso di entrare nella coalizione a sostegno del candidato sindaco Stefano Luciano appoggiato dal Movimento Nazionale per la sovranità fondato dall’ex sindaco di Roma. A spingere per la “grande alleanza” c’è pure l’ex deputato Brunello Censore, prima bersaniano di ferro, poi renziano d’acciaio e più recentemente sponsor di Zingaretti nel Comune di Serra San Bruno dove, tra l’altro, è riuscito ad allearsi con il suo storico rivale Nazzareno Salerno, di Forza Italia, sotto processo per una brutta storia di distrazione di fondi europei destinati ai poveri.

Gianni Alemanno Movimento Nazionale
Gianni Alemanno Movimento Nazionale

Nominato commissario del partito in Calabria, il campano Stefano Graziano bacchetta la direzione provinciale di Vibo: “Il Pd è radicalmente alternativo ai sovranisti per cui non ci sarà alcuna lista in coalizione”. Colto in flagranza, Censore si cosparge il capo di cenere: “Il Pd resta disponibile a costituire un’alleanza organica con Stefano Luciano solo a condizione che sia escluso ogni riferimento diretto o indiretto a liste sovraniste”. Come a dire: stiamo assieme ma non diciamolo a Graziano.

Torna alla Home

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here