Record di brogli di sempre: “ho votato 11 volte a primarie PD”

0
607

Domenica 3 marzo in tutta Italia si sono svolte le primarie del Pd. L’affluenza è stata superiore alle stime, con oltre un milione e mezzo di votanti. C’è stato però anche qualche problema nei controlli. A Milano infatti una collaboratrice di Fanpage.it si è recata a votare ben 11 volte in seggi diversi, semplicemente comunicando a voce ogni volta indirizzi di residenza diversi.

Il voto era aperto non solo a chi aveva la tessera del Pd, ma a tutti i cittadini: anche ragazzi tra i 16 e i 18 anni, italiani residenti all’estero e stranieri residenti in Italia e studenti fuorisede. Per votare le regole erano poche ma chiare: era necessario semplicemente portare con sé ai seggi di riferimento rispetto al proprio indirizzo di residenza un documento d’identità, la tessera elettorale e due euro come contributo per il voto. L’affluenza, in confronto con quelle che erano state le stime del Pd (un milione di votanti), si è rivelata essere oltre le aspettative con oltre un milione e mezzo di votanti. Alla fine il candidato Nicola Zingaretti ha trionfato sugli sfidanti Maurizio Martina e Roberto Giachetti, divenendo il nuovo segretario del Partito democratico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here