Il compagno Vauro tra quelli che nel 2004 firmò a sostegno di Battisti

0
519

Il compagno Vauro nel 2004 dava l’appoggio al terrorista rosso: “Mi assumo tutta la responsabilità politica e morale della mia firma sotto l’appello per Cesare Battisti del 2004. In realtà fu una persona, della quale non farò il nome, ad apporla per me, dando per scontata una mia adesione. Avrei dovuto ritirarla al tempo e non lo feci per colpevole superficialità e malinteso senso di amicizia. Non l’ho fatto nemmeno successivamente, quando scoppiarono le polemiche, perché un ritiro tardivo mi appariva e mi appare come un atto ipocrita volto a scaricare le responsabilità personali di cui sopra. Cesare Battisti è un fantasma che viene da anni orribili, anni di piombo e di stragi, anni di connivenze criminali tra parti dello stato terrorismo e mafia. Anni nei quali in Italia il confine tra Giustizia e vendetta politica era divenuto labile ed ambiguo, tanto da giustificare la cosiddetta “ Dottrina Mitterrand” in base alla quale la Francia negò l’estradizione di Battisti”. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here