Consip, chiuse le indagini: Luca Lotti rischia condanna per favoreggiamento

0
368

All’ex ministro renziano è contestato di aver rivelato all’ad di Consip, Luigi Marroni, l’esistenza dell’indagine che riguardava vertici ed ex vertici e dell’attività di intercettazione “con conseguente pregiudizio alle ragioni investigative che avevano generato – si legge nel capo di imputazione –  i decreti autorizzativi dell’attività di intercettazione” aiutando così “gli indagati in quel procedimento a eludere le investigazioni”.

Luca Lotti e Matteo Renzi
Luca Lotti e Matteo Renzi

Anche Saltalamacchia risponde dello stesso reato: per l’accusa invitò Marroni a essere prudente perché la procura di Napoli stava indagando. Viene contestata invece la rivelazione di segreto d’ufficio al generale Del Sette che, stando alla procura di Roma, rivelò a Luigi Ferrara, presidente della Consip, l’indagine a carico dell’imprenditore fintio nei guai con l’accusa di corruzione. Anche l’alto ufficiale disse a Ferrara di essere cauto al telefono. Mentre Filippo Vannoni, già presidente di Publiacqua a Firenze ed ex consigliere di Palazzo Chigi, avvertì Marroni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here