“Salvini sapeva dei 49 milioni spariti, ma non fece nulla”. Le rivelazioni shock dell’ex dipendente

“Salvini sapeva dei 49 milioni spariti ma non fece nulla”. Le rivelazioni shock dell’ex dipendente che incastrano il vicepremier.

0
219

Una ex dipendente di alto livello della Lega, Daniela Cantamessa, storica ex segretaria di Umberto Bossi, ha accettato di parlare a volto scoperto. Come documenta questa video-intervista, la donna racconta che, finché c’era Bossi, le casse della Lega erano piene (circa 40 milioni di euro). Quando arrivò Roberto Maroni le finanze del Carroccio furono letteralmente dilapidate in poco più di due anni.

Il tutto con l’assenso di Matteo Salvini, che non mosse un dito nonostante la stessa Cantamessa gli avesse espressamente chiesto spiegazioni su cosa stesse accadendo alla Lega, allarmata perché le casse si stavano svuotando. “Fino a quel giorno ero convinta che Salvini fosse uno di noi”, ricorda la donna. “Gli dissi ‘fai qualcosa che qui stanno sparendo tutti i soldi’. Lui mi ascoltò ma non si sbilanciò…”. 

A partire dal 2012 buona parte delle attività contabili e amministrative – fino a quel momento gestite internamente al partito –  furono esternalizzate con subappalti costosissimi a società terze spesso proposte dallo stesso Maroni. I militanti ex dipendenti della Lega, come la donna che oggi ha deciso di vuotare il sacco, furono licenziati o messi in cassa integrazione proprio in quegli anni della grande abbuffata maroniana.

Credits: https://www.tpi.it/2018/10/18/lega-49-milioni-salvini-soldi-rubati/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here